Gestione del Verde a Busto Arsizio

GUIDA ALLA GESTIONE DEL VERDE A BUSTO ARSIZIO

RACCOLTA DEL VERDE PORTA A PORTA, COMPOSTAGGIO DOMESTICO e CMR

La «frazione verde», o più precisamente i «rifiuti biodegradabili» (CER 20.02.01) è composta da sfalci e scarti dalla manutenzione di parchi, giardini e orti prodotti in ambito urbano. Per le sue caratteristiche e per il luogo di produzione (orti o giardini) la frazione verde si presta ad essere autogestita attraverso il compostaggio domestico, la versione moderna della tradizionale «concimaia» (in dialetto rudera).
Possibilità di gestione del verde a Busto Arsizio:

  1. Compostaggio domestico di verde e umido
  2. Consegna gratuita del verde presso il Centro Multiraccolta (CMR)
  3. Nuovo servizio di raccolta domiciliare del verde a pagamento

Il compostaggio domestico è un sistema alternativo alla raccolta differenziata dello scarto organico e degli scarti verdi presso le utenze domestiche dotate di orto o giardino, già diffuso a Busto Arsizio sin dalla metà degli Anni ’90.
Tale sistema è previsto esplicitamente dal Testo Unico Ambientale, il D lgs 152/2006 e s.m.i all’articolo 183 comma 1 lettera e) ed è annoverato tra le pratiche di riduzione rifiuti nel P.A.R.R. e nel PRGR – Programma Regionale rifiuti della Lombardia.

Il compostaggio domestico è una pratica che permette di trasformare la parte organica dei rifiuti (scarti di cibo, dell’orto o del giardino) in fertilizzante buono per la terra, detto “compost”.Il compostaggio domestico o auto-compostaggio è un metodo di valorizzazione dei materiali organici di scarto a livello di singoli nuclei familiari.
L’obiettivo finale è la produzione di un terriccio organico con proprietà fertilizzanti, da impiegare in attività agronomiche di diverso tipo, quali la coltivazione dell’orto, dei giardini, delle piante ornamentali in vaso, etc., in sostituzione od integrazione di fertilizzanti organici tradizionali quali letami/stallatici, torbe, etc.

Prevedendo un recupero diretto di materiali organici di scarto all’interno dell’economia familiare, il compostaggio domestico intercetta materiali valorizzabili prima ancora della loro consegna al sistema di raccolta, sottraendoli al computo complessivo dei rifiuti gestiti: il compostaggio domestico si definisce, quindi, come un intervento di riduzione all’origine dei rifiuti.
Il Ministero dell’Ambiente, con Decreto del 26 maggio 2016, ha emanato “Le linee guida per il calcolo della percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani” che permettono dal 2017 di conteggiare il compostaggio domestico nella percentuale di raccolta differenziata.
Il progetto di AGESP e Comune di Busto Arsizio prevede, per chi fosse interessato al compostaggio domestico:

  1. La distribuzione di una compostiera in comodato d’uso gratuito compilando il modulo di richiesta fornito da AGESP S.p.A. (CONSEGNA IN ORDINE CRONOLOGICO DI RICHIESTA, FINO AD ESAURIMENTO SCORTE).
  2. ISCRIZIONE ALL’ALBO COMPOSTATORI DEL COMUNE DI BUSTO ARSIZIO, GESTITO DA AGESP di chi svolgerà  il compostaggio domestico sia utilizzando la compostiera sia con metodi
    “fai da te” (concimaia) con la sottoscrizione di una convenzione nella quale si impegna ad
    effettuare il compostaggio, a non conferire umido e verde ai circuiti di raccolta e a permettere
    eventuali controlli periodici da parte degli incaricati di AGESP o del Comune.

Modulo di richiesta compostiera Busto Arsizio

Modulo di adesione all’albo dei compostatori Busto Arsizio

I rifiuti vegetali prodotti da utenze domestiche possono essere conferiti liberamente presso il Centro Multiraccolta, dove è presente una «baia» di 200 mq.

Il Centro Multiraccolta è autorizzato in via ordinaria alla gestione rifiuti ai sensi dell’ex art.208 del D.lgs 152/2006 e s.m.i (autorizzazione n. 2171 del 14/06/2011 rilasciata dalla Provincia di Varese).
Questo tipo di autorizzazione impedisce, a norma di legge, l’ingresso al Centro Multiraccolta di veicoli diversi da automobili per uso privato in quanto con qualsiasi altro veicolo (furgoni intestati ad aziende ad esempio) si deve:

  • Essere iscritti all’Albo Gestori Ambientali per il trasporto di rifiuti;
  • Accompagnare i rifiuti con un formulario di identificazione rifiuti (FIR).

AGESP, in accordo con il Comune di Busto Arsizio, ha avviato dal 20 ottobre 2017 un NUOVO servizio di raccolta porta a porta del verde con le seguenti caratteristiche:

  • Fornitura in comodato d’uso di bidoni areati da 240 lt. con ruote;
  • Consegna a domicilio delle dotazioni richieste;
  • Pagamento del servizio tutto compreso (€ 60/anno per 1° bidone e €30/anno per i successivi; max 3 bidoni ad utenza);
  • Calendario annuale di ritiro prestabilito.

L’apposito bidone carrellato, dotato di fori per garantire l’aerazione interna, permette lo stoccaggio di materiale, pari circa al taglio ordinario di un prato con superficie di 90-100 mq.
Di norma sono previsti 1/2 ritiri al mese, con intensificazione della frequenza nei mesi dove vi è maggiore ricrescita del manto erboso, secondo un calendario annuale prestabilito.
Se interessati, Vi invitiamo quindi a voler compilare la scheda di adesione al servizio ; successive adesioni al servizio verranno prese in carico e gestite trimestralmente (accorpando le richieste per effettuare le consegne e l’avvio del servizio raccogliendo le adesioni).
La scheda di adesione e garantisce la consegna a domicilio dell’attrezzatura richiesta. I giorni previsti per il ritiro saranno riportati sul calendario ritiri porta a porta che verrà consegnato a seguito dell’adesione al servizio. Analogamente alle altre frazioni raccolte su strada, il contenitore andrà posto a ciglio strada entro le ore 06.00 del giorno di ritiro, ovvero un’ora dopo il tramonto del giorno antecedente il ritiro.
Saranno svuotati unicamente i bidoni AGESP codificati.

Non saranno ritirati:

  • Materiali fuori dagli appositi bidoni consegnati o in bidoni diversi da quelli previsti per questo servizio.
  • Bidoni contenenti rifiuti diversi da scarti verdi (e quindi anche pieni di terra, pietre, etc.).
  • Bidoni con peso superiore a 90kg (per evitare la rottura dello stesso) o con materiale che fuoriesce dal coperchio.

Il servizio è a pagamento. Il costo annuale è pari ad € 60,00/anno per raccolta riferita al primo bidone e € 30,00/anno per i successivi. Possono essere richiesti un massimo di tre bidoni ad utenza. Per fare richiesta del servizio, per il quale è necessario il pagamento anticipato tramite bonifico bancario (con invio della copia del bonifico all’indirizzo e-mail igiene.ambientale@agesp.it), è possibile telefonare in orario d’ufficio al numero 0331 398 980.

I bidoni sono in comodato d’uso gratuito. Il Comodatario (l’utente) si obbliga a conservare e custodire ogni bidone con la dovuta diligenza, e non potrà concederne a terzi il godimento, neppure temporaneo, sia a titolo gratuito sia a titolo oneroso. Il comodatario si impegna a restituire ad AGESP ogni bidone concesso in comodato nello stato in cui viene consegnato, salvo il normale deterioramento per effetto dell’uso.

In caso di disdetta o interruzione del servizio, l’utente dovrà riconsegnare a proprie spese, il/i bidone/i presso la sede di AGESP in via Canale n. 26. In caso di mancata restituzione o di consegna di bidone rotto, verranno addebitate le relative spese all’utente.

Gli utenti che hanno attivato il servizio nel corso degli anni precedenti, salvo esplicita disdetta e riconsegna del bidone carrellato, NON DOVRANNO procedere nuovamente alla richiesta di attivazione, in quanto il servizio si ritiene tacitamente rinnovato anche per gli anni successivi previo pagamento del canone annuale.

Calendario annuale di ritiro a domicilio del verde

Mese Numero ritiri (in giorno settimanale prestabilito)

Gennaio0
Febbraio1
Marzo2
Aprile2
Maggio3
Giugno3
Luglio3
Agosto2
Settembre3
Ottobre2
Novembre2
Dicembre1

Scheda di adesione al servizio raccolta porta a porta